Exabyte

Exabyte

Scienza, tecnologia e società

Post Top Ad

martedì 21 novembre 2017

Segui Exabyte anche su Telegram!

novembre 21, 2017 0
Da oggi è possibile seguire tutti gli articoli, le guide e le offerte pubblicate su exabyteblog.it anche su Telegram.

Per cercare il nostro canale basterà digitare @exabytetelegram sulla barra di ricerca oppure cliccare su questo link.
Continua...

lunedì 20 novembre 2017

#5 Costrutti ciclici while, do/while, for - Guida alla programmazione in C

novembre 20, 2017 0

Clicca qui per leggere la lezione sui blocchi di selezione.

Iscriviti al nostro canale Telegram: clicca qui

Indice guide #1 Introduzione
#2 Le variabili
#3 La libreria Stdio.h
#4 Blocchi di selezione if/else e switch
#5 Costrutti ciclici while, do/while, for

Dopo aver visto i primi costrutti per controllare il flusso di esecuzione, possiamo andare a vedere una nuova forma di manipolazione dell'ordine sequenziale di esecuzione. Come i blocchi di selezione, anche i costrutti ciclici sono fondamentali per la realizzazione di un qualsiasi programma C di medio/bassa complessità.

Cos'è un ciclo in C

Un ciclo, nel campo della programmazione informatica, non è altro che una porzione del nostro codice, che si ripete un numero definito di volte, o fino alla verifica di una condizione da noi determinata.
Un ciclo in C può essere rappresentato con tre differenti costrutti, ognuno con uno specifica utilità.
  • Ciclo con controllo in ingresso: realizzato mediante il costrutto while, in questo caso il controllo sulla condizione avviene all'inizio del ciclo.
  • Ciclo con controllo in uscita: realizzato mediante il costrutto do/while, in questo caso invece il controllo sulla condizione avviene alla fine del ciclo.
  • Ciclo con contatore : realizzato mediante il costrutto for, anche in questo caso però il controllo sulla condizione avverrà all'inizio del ciclo.

Ciclo while

Come precedentemente accennato, il controllo sulla condizione avviene all'inizio del costrutto, questo vuol dire che il nostro programma eseguirà il codice all'interno del while se e solo se la condizione al suo interno è verificata (abbiamo già trattato il concetto di condizione nella precedente guida), e continuerà a farlo fino a quando essa sarà verificata.
Per realizzare un ciclo while è sufficiente scrivere:

Chiariamo subito le cose con un esempio:
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Ciclo do/while

In questo caso invece il controllo sulla condizione avviene solo alla fine del costrutto, avremo quindi un ciclo che eseguirà sempre la sua prima iterazione.
Successivamente, se la condizione è verificata, verrà rieseguito il codice all'interno del ciclo, nel caso contrario invece l'esecuzione si fermerà alla prima iterazione.
Per realizzare un ciclo do/while scriviamo:
Anche in questo caso un esempio renderà tutto più chiaro:
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Ciclo for

Il ciclo for può essere visto come un utilizzo più specifico del ciclo while, poichè come detto precedentemente, anche qui il controllo sulla condizione è realizzato all'inizio del ciclo.
Questo costrutto quindi non aggiunge nulla di nuovo a quanto abbiamo già visto, ma in alcuni casi rende il codice più pulito e chiaro.
Vediamo subito come realizzare un ciclo for:
Andiamo però a vedere più nel dettaglio i singoli campi del costrutto for:

  • Assegnazione variabili: in questa sezione del costrutto possiamo dichiarare e/o inizializzare delle variabili utili nel corpo del ciclo.
  • Condizioni: una o più condizioni che se verificate fanno ripetere l'esecuzione del ciclo.
  • Modifica delle variabili: sono una serie di modifiche effettuate su variabili già dichiarate che avverranno alla fine di ogni iterazione del ciclo.

Vediamo ora un esempio di un classico utilizzo del ciclo for, ovvero il contatore:
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Un altro utilizzo tipico del costrutto for è quello di iteratore:
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Le tecniche di utilizzo del costrutto for sono praticamente illimitate, in questa guida abbiamo visto due casi classici e che ritroverete spesso in molto programmi C, in quelle successive avremo modo di apprezzare ulteriormente il ciclo for e delle nuove tecniche per utilizzarlo al meglio.
Continua...

20/11: Amazon offerte del giorno

novembre 20, 2017 0
Inizia oggi la settimana del Black Friday su Amazon.it. Ecco alcune delle offerte più interessanti:

  • PlayStation 4 Pro + Fifa 18 [Bundle] in offerta a soli 369,99€. Clicca qui per l'offerta
  • HP Pavilion 15-cc507nl Notebook, Display da 15.6", Intel i5-7200U, 2.5 GHz, SDD da 256 GB, 12 GB RAM, nVidia GeForce 940MX in offerta a 719,99€. Clicca qui per l'offerta
  • PlayStation 4 da 1 TB + Call Of Duty WWII + Dimmi chi sei [Bundle] in offerta a soli 279,99€. Clicca qui per l'offerta

In aggiornamento...

Continua...

Come riutilizzare un vecchio hard disk

novembre 20, 2017 0
Spesso capita di sostituire un vecchio Pc o portatile perchè troppo ingombrante, poco prestante o comunque perchè non possiede più le caratteristiche di cui necessitiamo.
Non tutti, però, riflettono sul fatto che alcuni componenti del nostro computer possono essere riutilizzati. In questo caso parliamo degli Hard Disk.

Sostituiti sempre di più dalle più rapide memorie a stato solido (SSD), gli Hard Disk risultano comunque più conveniente in termini di rapporto capienza/prezzo ma anche di durata nel tempo.

Per riutilizzare, ad esempio, un hard disk di un portatile, basterà munirsi di un cacciavite e svitare il disco montato sul retro del computer. La maggior parte dei produttori tendono a creare un apposito vano per il disco rigido, in modo da velocizzarne la sostituzione ma nel caso in cui aveste difficoltà, su YouTube si trovano comunque molti video che mostrano come smontarlo.

Una volta smontato l'hard disk, ci si dovrà munire di un case apposito, se ne trovano molti su Amazon.it intorno ai 10€, inserire il disco smontato dentro il supporto acquistato e collegarlo via usb. Attenzione a comprare quello della dimensione giusta: gli hard disk dei portatili sono da 2,5 pollici mentre quelli dei fissi sono anche da 3,5".

Noi ne abbiamo provato un case di Aukey Italia (vedi link sotto). La confezione conteneva il case e il cavo usb. Pur trattandosi di semplice plastica, il case sembra abbastanza resistente e soprattutto ha riconosciuto instantaneamente l'hard disk. Dopo vari mesi di utilizzo non si sono verificati problemi.

Clicca qui per vedere i migliori case in offerta su Amazon

Continua...

giovedì 16 novembre 2017

Come creare un profilo aziendale Instagram e perchè è importante

novembre 16, 2017 0
A differenza di altri social network, come soprattutto Facebook, Instagram possiede la possibilità di creare delle "pagine aziendali gestibili direttamente dal proprio profilo personale". Abbiamo sottolineato l'ultima parte della frase perchè potrebbe sembrare errata.
Instagram infatti permette di creare delle pagine aziendali, ma non come le classiche pagine Facebook gestite dai profili privati dei gestori, bensì come veri e propri profili indicati però come business e quindi dotati di particolari strumenti a disposizione degli amministratori.

Perchè creare un profilo aziendale

Gli account aziendali permettono agli amministratori di arricchire il profilo con informazioni di contatto aggiuntive, di collegarlo ad una pagina Facebook ma soprattutto di avere informazioni sugli utenti che ci seguono e avere delle statistiche su quanti visualizzano i nostri post.

Una volta creato un account aziendale, tra poco vedremo come fare, sul nostro profilo apparirà un'opzione in alto a destra che i comuni profili Instagram non possiedono. Questo pulsantino, rappresentato da delle piccole linee ad indicare un istogramma, ci permette di accedere al pannello di informazioni denominato Insights.
Come dice la traduzione letterale "visione interna", l'opzione Insights ci permette di vedere tutte le statistiche riguardanti le interazioni tra noi e i nostri clienti o potenziali clienti.
E' possibile infatti vedere quanti hanno aperto appositamente il nostro profilo (e non quindi visionato accidentalmente una nostra foto), quanti hanno ad esempio clickato sull'opzione delle indicazioni stradali per raggiungere la vostra attività, quanti hanno visualizzato le nostre foto e non hanno commentato/messo mi piace e avere dei dati demografici sui nostri follower.

Potremmo quindi capire in quali nazioni del mondo siamo più seguiti, in quali città abbiamo più follower, l'eta dei nostri seguaci suddivisa in varie fasce, la percentuale di uomini e donne che ci seguono e, cosa molto importante, i giorni e l'ora di quel giorno in cui i nostri follower sono più attivi su Instagram.
Grazie a questa importante informazione (abbiamo già detto che è molto importante?) riusciremmo a capire quale sia l'orario e il giorno ideale in cui pubblicare i nostri contenuti ed assicurarci che questi raggiungano un pubblico più ampio possibile.

Come creare un profilo aziendale

Visto che non potremmo creare un profilo dipendente dal nostro account personale, per creare un account aziendale dovremmo inizialmente registrare un nuovo account e poi convertirlo in profilo aziendale.
(Se il profilo Instagram che utilizzate attualmente, possiede già il nome della vostra attività, passate direttamente al passo 2)
  1. Aprite Instagram e recatevi sul vostro profilo. Accedete alle impostazioni attraverso il pulsante in alto a destra rappresentato da tre punti in colonna. Scorrete in basso fino a raggiungere l'opzione Aggiungi account. Create un nuovo account. (Tranquilli, non sarà effettuato il logout dal vostro account attuale, potrete utilizzarli entrambi)
  2. Il nuovo account avrà bisogno di essere convertito in aziendale. Andate nelle impostazioni come fatto in precedenza e cercate l'opzione Passa ad un profilo aziendale.
  3. Effettuate l'accesso a Facebook e collegate la relativa pagina aziendale di cui siete amministratori e che desiderate associare all'account.
  4. Adesso come ultimo step, cercate nelle impostazioni l'opzione Modifica profilo e inserite tutte le informazioni che saranno utili ai clienti per contattare la vostra azienda.

Continua...

lunedì 30 ottobre 2017

Come acquistare un dominio per il tuo blog o sito web

ottobre 30, 2017 0
Quando si decide di aprire un blog o creare un proprio sito web, il primo passo da fare è sicuramente quello di acquistare un dominio personalizzato.

COS'E' UN DOMINIO

Con acquistare un dominio, si intende il processo di acquisto di un nome da associare in maniera univoca al nostro sito.
Questo nome univoco è composto da un dominio di secondo livello che corrisponde al nome del nostro sito che effettivamente abbiamo scelto (nel nostro caso è "exabyteblog") e da un suffisso detto dominio di primo livello come ad esempio i suffissi .it o .com.
Fino a qualche tempo fa la scelta del dominio di primo livello era importante e necessario per identificare la tipologia del sito a cui ci si collegava. Adesso la cosa è diventata meno rilevante e la scelta è più libera, ma se ad esempio ci riferiamo ad un pubblico internazionale sarà ad più opportuno scegliere un dominio .com, altrimenti si potrà virare per un più economico .it.

All'acquisto di un dominio solitamente, ma non sempre, si associa l'acquisto di uno spazio di hosting personale, cioè il dotarsi di un quantitativo di memoria online in cui caricare tutti file ed elementi che compongono il nostro sito.

L'ACQUISTO

Per prima cosa specifichiamo che qualsiasi persona può acquistare un dominio e non ci sono limiti numerici su domini (ovviamente parliamo di domini diversi) che un soggetto può acquistare.
Chi acquista un dominio non diventa il proprietario, ma ne diventa l'assegnatario per un determinato periodo di tempo selezionato. Solitamente i domini vengono venduti a rinnovi annuali, è quindi importante ricordarsi ogni anno di rinnovare il proprio acquisto in modo da evitare che alla scadenza qualcuno si impossessi del nostro nominativo.
Il prezzo medio delle varie offerte online è di circa 10€dominio/anno.

DA CHI ACQUISTARE

Ci sono molte aziende, italiane e non, che offrono a prezzi ragionevoli un servizio affidabile. Eccone alcune:
Continua...

giovedì 26 ottobre 2017

26/10 Amazon: Offerte del giorno

ottobre 26, 2017 0
Le migliori offerte presenti oggi su Amazon.it:

Cuffie Bluetooth NUBWO S8 utlizzabili anche tramite cavo e compatibili con Android, iOS, Windows in offerta 18,99€ (sconto del 70%).

Aukey quick charge 2.0 powerbank da 16000mAh con un'uscita fino a 5V/2,4A+ e un'uscita Quick Charge 2.0, in offerta a 16,99€ (sconto del 40%).
Continua...

Post Top Ad